Studio medico Altramedicina


Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese

Indice
Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese
Come funziona
A chi rivolgersi
Tutte le pagine

agopuntura

L'agopuntura è una tecnica millenaria, ampiamente diffusa e praticata in Cina già 2000 anni prima di Cristo.

Oggi sappiamo che ancor prima della lavorazione dei metalli essa veniva praticata, dapprima con aghi di pietra ed in seguito con spine fresche di piante.

In un testo molto antico, il Nei Jing Su Wen, l'Imperatore Huang Di decretava l'abbandono degli aghi di pietra "per passare da oggi in poi ai sottili aghi di metallo con i quali si può dirigere l'energia..."

Gli aghi di pietra sono stati effettivamente ritrovati in Cina, a riprova del fatto che le origini dell'agopuntura si perdono nella notte dei tempi.

Oggi l'Agopuntura è praticata in tutto il mondo ed è scelta come terapia da milioni di persone.

 


PERCHE'GLI AGHI SONO DI METALLO?

Per essere più precisi, l'ago di agopuntura è formato sempre da una coppia di due metalli diversi (acciaio-rame, acciaio-argento...) e ciò fa si che l'ago stesso generi una debole corrente elettrica (effetto batteria). L'ago è dunque un elettrodo e non un semplice "spillo"!

COME SI USANO GLI AGHI ?

In una seduta di agopuntura, il medico, che ha già posto una diagnosi nel corso della visita secondo i principi della Medicina Tradizionale Cinese, individua sulla superficie corporea del paziente i punti che, combinati fra loro, costituiscono la formula terapeutica prescelta. Attualmente vengono usati aghi di acciaio e rame o, in alternativa, acciaio e argento, che garantiscono la massima sicurezza. Si procede ad inserire l’ago con una manovra rapida e per lo più indolore negli strati superficiali della cute al fine di ottenere la stimolazione ricercata. L'ago va più o meno approfondito e manipolato in modo opportuno. In questa fase, il paziente avverte delle sensazioni caratteristiche: formicolio, senso di pesantezza, sensazione di scossa elettrica o altro, che indicano la dinamizzazione dell'energia nel meridiano operata dalla stimolazione dell'ago. In certi casi gli aghi vengono lasciati inseriti per alcuni minuti e, una volta ottenuta la sensazione dell'energia, l’ago va subito tolto; in altri invece, viene tolto dopo 15-20 minuti o più.Alcuni effetti dell'agopuntura sono immediatamente percepibili: ad esempio l'effetto rilassante e l'azione antidolorifica si manifestano nel giro di pochi minuti dall'inserzione dell'ago. Altri effetti, coinvolgendo sistemi energetici complessi, vengono avvertiti a distanza di tempo.

LE SEDUTE SONO DOLOROSE?

L'infissione dell'ago è essenzialmente indolore. Può causare un leggero fastidio nelle zone più infiammate, innervate o dotate di minor tessuto sottocutaneo. Se l'ago provocasse dolore, informatene il medico, poiché anche un leggero spostamento dell'ago lo eliminerà. Nel caso di agofobia (paura degli aghi) è possibile chiedere al medico di sostituire gli stessi con altri metodi di stimolazione dei punti di agopuntura (moxa, coppettazione, laser ecc.) .

MOXA E COPPETTAZIONE:

Unitamente all’agopuntura, la medicina tradizionale cinese si serve della tecnica della Moxa, la quale, consiste nello scaldare i punti di agopuntura con un bastoncino di artemisia e della Coppettazione, attraverso la quale si applica il vuoto in determinati punti di agopuntura o punti dolorosi.

NUMERO E FREQUENZA DELLE SEDUTE:

Il numero delle applicazioni varia a seconda delle patologie. Possiamo dire che in media occorrono dalle tre alle dieci sedute. E' invece molto importante che i trattamenti non siano troppo ravvicinati. La frequenza migliore è di una seduta alla settimana, qualche volta anche ogni quindici giorni (a seconda delle patologie). Effettuare trattamenti troppo ravvicinati può significare un arresto del miglioramento se non un'accentuazione del disturbo. Anche se quasi tutte le affezioni sono suscettibili a miglioramenti, alcune fino alla guarigione, esiste però una notevole differenza tra curare e guarire: vi è infatti una distinzione tra malattie funzionali (in questo caso l'agopuntura da sola manifesterà un'azione positiva fino alla guarigione in un'ampia percentuale) e malattie organiche (in cui l'efficacia terapeutica sarà minore e le alterazioni irreversibili non subiranno mutamenti, ma potremo comunque ottenere un buon effetto sintomatico).

COME SI SVOLGE UNA VISITA DI AGOPUNTURA?

Al pari di quanto accade in una visita di Medicina occidentale, il medico agopuntore vi porrà delle domande rispetto ai vostri familiari, al vostro sviluppo, alle malattie delle quali avete sofferto, alle vostre abitudini di vita e, chiaramente, al motivo per il quale vi siete rivolti a lui. Non stupitevi se vi verrà richiesto di portare i risultati degli esami di laboratorio, o di effettuare ulteriori indagini diagnostiche, perché il medico agopuntore è anche un medico occidentale ed utilizza ambedue le medicine per ciò che di meglio possono offrire.L’interrogatorio di cui sopra richiederà un’ora circa e sarà minuzioso: regolarità del ritmo cardiaco, disturbi respiratori, appetito, digestione, problemi urinari, mestruali, dolori in genere, ma anche qualità del sonno, sogni, predilezione per un sapore, avversione per un altro, climi preferiti o sgraditi, se sudate facilmente, se siete freddolosi, se bevete molti o pochi liquidi e a che temperatura li gradite, se preferite essere in movimento o restare quieti, qual è lo stato d’animo in voi prevalente (la tristezza, la rabbia, la paura, la rimuginazione) e molto altro ancora.La medicina cinese si è sviluppata senza l’ausilio di indagini strumentali e l’interrogatorio del paziente riveste la massima importanza. Nel frattempo il medico vi osserva, esamina il vostro aspetto generale, la postura, i vostri gesti, apprezza la tonalità della vostra voce, l’intensità dello sguardo. Il medico sta tentando di inquadrare il vostro disturbo all’interno della vostra costituzione, sta cercando di capire qual è l’origine della vostra affezione, di distinguere tra i sintomi secondari (magari quelli che vi hanno condotto nel suo studio) e quelli primari (l’origine profonda della malattia), di decidere se sia più utile dedicarsi inizialmente ai primi, oppure concentrarsi fin dal principio sui secondi. Si dedicherà ad un esame medico occidentale, ma cercherà anche dei punti dolenti al tatto sulla superficie corporea, palperà l’addome, esaminerà attentamente la vostra lingua, gli occhi, ed apprezzerà il battito cardiaco al polso radiale, prendendolo sia a destra che a sinistra, esercitando dapprima  una pressione lieve, poi più profonda in sei posizioni, tre a destra, tre a sinistra, tre in superficie, tre in profondità, per un totale di 12. Così facendo otterrà informazioni circa il vostro stato energetico generale, apprezzando la regolarità del battito cardiaco, la prevalenza dei polsi superficiali rispetto a quelli profondi, di quelli di destra rispetto a quelli di sinistra, le singole posizioni, che stanno ad indicare lo stato energetico dei vari organi.Dopo di che il medico sarà in grado di presentarvi un quadro delle possibilità della medicina cinese nel vostro caso specifico, le probabilità di successo della terapia, a base di aghi, preparati fitoterapici, norme dietetiche e di vita. Vi dirà se la medicina cinese è in grado, da sola, di fornirvi l’aiuto richiesto, o se dovrete associare terapie occidentali.In genere il rapporto medico-paziente con i medici agopuntori è molto soddisfacente e qualcuno insinua che sia alla base di molti successi dell’agopuntura (ricordiamoci però che questa tecnica funziona egregiamente anche in campo veterinario). Può essere vero, perché dedicare tempo ad un paziente, ascoltarlo attentamente, cercare di capire i suoi problemi (di salute, ma anche esistenziali) costituisce già parte della terapia. Questo è valido per qualunque medicina. Ponete domande al vostro agopuntore: anche queste gli saranno utili per comprendervi maggiormente, per cercare di dipanare insieme il gomitolo dei vostri problemi.

COME SI SVOLGE UNA SEDUTA DI AGOPUNTURA?
Una volta deciso che l’agopuntura può essere utile al vostro caso, l’agopuntore procederà alla seduta vera e propria. In genere utilizzerà tra i 6 ed i 12 aghi, alcuni posti simmetricamente, altri no. L’esperienza cinese ci dice che l’ago dovrebbe essere manipolato fino “all’arrivo del qi”, consistente in una sensazione di tensione cutanea o pesantezza. Molti agopuntori manipolano scarsamente l’ago, senza suscitare questa sensazione e, ciononostante, ottengono ottimi risultati. La seduta può durare, a seconda dei punti utilizzati e delle finalità terapeutiche, da pochi secondi fino a 45 minuti. In genere gli aghi vengono rimossi dopo 20 – 30 minuti. Spesso l’agopuntore vi prescriverà dei preparati della farmacologia cinese (che, all’interno della medicina cinese, ha una parte importante almeno quanto l’agopuntura).


 
You are here: Home

Contatti

STUDIO MEDICO "ALTRAMEDICINA"

  • Ind: Via Giordano Bruno 4 - 21046 Malnate (VA)
  • Tel: (+39) 380 4150410
  • Fax: (+39) 02 700 408 690.
  • Email: alessandro.scorba@gmail.com