Studio medico Altramedicina


Nutriceutica - Intolleranze alimentari - Dieta Gift

Indice
Nutriceutica - Intolleranze alimentari - Dieta Gift
Sintomi legati alle intolleranze alimentari
Il Test Alcat
La dieta
Intervista al Prof. Giuseppe Di Fede
Le certificazioni
Allergia o intolleranza alimentare
Il test alcat per il controllo del peso
dieta GIFT
Tutte le pagine

Intolleranze alimentari

Per curare le intolleranze alimentari e per dimagrire in modo sano, naturale e duraturo.

La consapevolezza che alcune intolleranze non conclamate verso alcuni alimenti fossero la causa di seri problemi di salute iniziò nel 400 a.C. con il medico greco Ippocrate. Egli studiò ampiamente le reazioni agli alimenti, ma non riuscì a risolvere il problema di come analizzare i pazienti per riconoscere i cibi che causavano patologie di vario tipo.
Solo nel 1950, Theron G. Randolph, facendo digiunare i suoi pazienti e poi rialimentandoli con determinati elementi, riuscì a scoprire un metodo di ricerca, seppur lungo e laborioso, della durata di circa un mese. Il primo studio sulla reazione citotossica  fu eseguito nel 1956. Solo dopo anni, alcuni scienziati furono in grado di dimostrare la presenza di reazioni ad alimenti  e che da queste reazioni si liberano dei potenti enzimi che in seguito attaccano i tessuti dell’organismo. Il Sistema Immunitario è un fattore di vitale importanza per la nostra esistenza. Un ruolo fondamentale in questo sistema è svolto dai globuli bianchi contenuti nel sangue. Alcuni elementi reagiscono con essi negativamente, danneggiandoli o distruggendoli (reazione citotossica).  Una volta distrutti, i globuli bianchi, liberando i loro enzimi, possono instaurare reazioni a catena provocando l’irritazione di svariate aree del corpo, causando differenti sintomi, quali dolori muscolari ed articolari, disturbi gastrointestinali, lieve depressione, mal di testa, sonnolenza, apatia, dermatiti, pruriti, ecc., che nel tempo possono degenerare in vere infezioni, disfunzioni metaboliche e sintomi di vario tipo. Queste reazioni iniziano a manifestarsi da alcune ore a 48 ore dopo l’assunzione dell’alimento. A volte il soggetto è talmente abituato a convivere con questi sintomi, tanto da considerarli normali.

Molte persone sono sorprese  dal numero di alimenti verso i quali risultano sensibili, ma divengono entusiaste quando, seguendo le indicazioni fornite del proprio medico di fiducia, sulla base del test d’intolleranza, raggiungono un livello di salute e benessere  fisico come non hanno mai avuto nella loro vita. Il Test rivela quali alimenti, abitualmente ingeriti, danneggiano la salute, e dà la possibilità di rimuoverne le maggiori cause. Quasi tutti soffrono di sensibilità alimentari. La sola differenza è a quali tipi di alimenti ed il relativo grado di sensibilità. I soggetti con abitudini alimentari errate  sono maggiormente predisposti all’insorgenza di sensibilità che limitano l’assorbimento dei nutrienti. Gli studi scientifici più recenti ci insegnano che la maggior parte delle sensibilità alimentari possono essere eliminate semplicemente isolando i cibi verso i quali esiste tolleranza , seguendo i consigli di uno specialista. È necessario evitare tali cibi per un periodo da uno a tre mesi prima di passare, con una dieta adeguata, alla fase di reintroduzione (detta fase di svezzamento). Durante il periodo della dieta si potrà notare la scomparsa di numerosi sintomi di cui si soffriva. Di seguito, i cibi verranno reintrodotti seguendo una dieta di rotazione.


 

Rassegna Stampa

left direction
La Settimana 6 Gennaio 2017
MALNATE In programma nuovi appuntamenti con il gruppo SOS Si torna a parlare di alimentazione   ...
Dr. Scorba su LA PREALPINA  DEL 10 APRILE 2013
Grande riscontro ha ottenuto la serata informativa dal titolo " La Salute Vien Mangiando", nel corso...
right direction

Date dei Corsi

You are here: Home Servizi Servizi in home page Nutriceutica - Intolleranze alimentari - Dieta Gift

Contatti

STUDIO MEDICO "ALTRAMEDICINA"

  • Ind: Via Giordano Bruno 4 - 21046 Malnate (VA)
  • Tel: (+39) 380 4150410
  • Fax: (+39) 02 700 408 690.
  • Email: alessandro.scorba@gmail.com